Verso il concorso “Miglior Sommelier 2018”, Carlo Pagano: “Il vino per me è adrenalina”

Category: news Written by Umberto Di Giacomo / October 30, 2018

“Il vino per me è uno stile di vita, è necessità, è adrenalina. Io devo vivere immerso nel vino”. Carlo Pagano sarà l’autorevole rappresentante del Molise al concorso per il Miglior Sommelier d’Italia 2018, che si svolgerà nell’ambito del 52esimo Congresso nazionale dell’Associazione italiana sommelier, in programma dal 1 al 4 novembre a Merano.

In attesa di sapere chi si aggiudicherà il prestigioso premio “TrentoDoc” Pagano fa quello che ama fare quando non lavora: visitare le cantine. “Sono già in Alto Adige e giro per le cantine della mattina alla sera, studio, conosco, respiro l’aria di questi territorio – dice –. È questo il modo migliore per prepararsi al concorso. Poi bisogna studiare, tanto, per anni. Per me che ho un’attività di ristorazione significa farlo la notte, qualche volta il pomeriggio o all’alba. Senza il sostegno della famiglia naturalmente non sarei riuscito a fare quello che faccio, mia moglie non è sempre felicissima, ma ha capito che se mi toglie questa vita è come se di desse una coltellata. Io vivo di vino, per me è adrenalina”.

Ma com’è l’attesa di un concorso così importante? “Con il passare del tempo ho imparato a viverla con più tranquillità. Quest’anno ho fatto due master monotematici, che sono andati a buon fine, ho avuto i miei successi, sono abbastanza appagato. Certo, il livello del concorso ‘Miglior Sommelier’ è un’altra cosa… Soprattutto – spiega Pagano – è bello incontrare altri amici da tutta Italia, che condividono con me esperienze, paure e aspettative”.

“Io – conclude – sono un privilegiato perché faccio della mia passione un lavoro e questo è un lusso che oggi pochi possono permettersi. Insomma, nell’attesa mi godo la mia vita quotidiana e il lavoro più bello del mondo che ho la fortuna di fare”. 

Thank for sharing!

About The Author