Il Pentro 2011 presentato a Monteroduni con una degustazione di Carlo Pagano

Category: news Written by Carmine Aceto / November 25, 2017

Antonio Valerio ieri sera ha accolto tutti i suoi ospiti nel cuore della Cantina della sua Azienda a Monteroduni e da perfetto anfitrione è riuscito anche a sdoppiarsi, raccontando sia di persona che in video, con un breve e suggestivo filmato, i suoi vigneti, la sua gente e il territorio molisano, per poi accompagnare tutti a degustare il suo gioiello più prezioso: il Pentro 2011.

La degustazione guidata dal Sommelier dell’Ais Molise, il pluripremiato Carlo Pagano, grazie all’intensità descrittiva del Sommelier isernino e alla potenza persuasiva del Pentro una volta versato nel calice, si è rivelata un’esperienza che definire contemplativa non è azzardato.
Il Pentro 2011 si è presentato come un vino che all’ostentazione preferisce l’essere, già a partire dal suo colore elegante e aristocratico.
Un vino capace di raccontare non solo il territorio dal quale proviene, ovvero le vigne con un’età media di 50 anni poste nel vigneto di Sant’Angelo a Macchia d’Isernia, ma anche le suggestioni immaginifiche che egli suggerisce attraverso le sue offerte odorose, nette e ricche di dolcezze, con una compressione aromatica precisa e fine, capace di crescere e durare nel tempo.
Come ha detto Carlo Pagano, il Pentro 2011 ha quel gusto ben equilibrato, con tannini setosi quasi fossero lavorati all’uncinetto, che ci abbraccia e non ci fa più sentire soli e ci stimola a un dialogo con tutto il suo territorio, attraverso un lento divenire che scende nel calice ma non si ferma lì, prosegue e nessuno può ancora dire fino a dove e fino a quando.
Alla presentazione ufficiale delle 3000 bottiglie del Pentro 2011, era presente l’Ais Molise al gran completo, con il Presidente Giovanna Di Pietro che ha colto l’occasione per sottolineare quanto sia importante l’informazione e la comunicazione delle peculiarità della nostra regione in una dimensione sempre più diffusa, con il coraggio di immaginare sempre nuovi scenari possibili.

Thank for sharing!

About The Author