DIARIO DI UN ASPIRANTE SOMMELIER / 5

Category: news Written by Umberto Di Giacomo / November 15, 2019

Il gigante #Veneto irrompe nei nostri #calici e fa parecchio rumore. Un panorama #ampelografico effervescente dominato dalla “glera”, vitigno principe delle bollicine regionali famose in tutto il mondo, adorato già da Livia, moglie dell’imperatore Augusto. Veneto campione di #produzione in Italia e dalle mille facce produttive: terroir montani, collinari, pianeggianti e marittimi offrono possibilità di vini straordinari e molto diversi tra loro.

Escursioni termiche eccezionali accentuano profumi e acidità, terreni sabbiosi regalano freschezza e sapidità. Il “Re” è l’Amarone, vino nato per essere dolce, ma partorito per un errore, un bellissimo errore. Talmente famoso che nel romanzo “Il silenzio degli innocenti” - da cui è stato tratto il fortunatissimo film - il dottor Hannibal Lecter non parla di Chianti, in quel suo orripilante abbinamento: “Una volta un addetto al censimento cercò di quantificarmi. Mi mangiai il fegato con contorno di fave e una #bottiglia importante di #Amarone”.

 

Il #Friuli, lì accanto, porta di accesso verso l’est Europa, sembra schiacciato dalla potenza veneta, ma si difende bene, con dei bianchi strutturati molto interessanti e rossi sorprendenti.

 

#aismolise

Thank for sharing!

About The Author