Cinque le bottiglie molisane premiate da Vitae 2019, assegnato anche il prestigioso “Tastevin”

Category: news Written by Umberto Di Giacomo / October 22, 2018

Sono 5 le etichette molisane che hanno ricevuto le “Quattro Viti”, il massimo riconoscimento sancito dalla guida “Vitae 2019” dell’Associazione Italiana Sommelier.

 

Si tratta di: Falanghina del Molise “Oravera” 2017 (Terresacre); “L’indovino rosso” 2015 (Cantine Salvatore); Tintilia del Molise “Macchiarossa” 2014 (Claudio Cipressi); Tintilia del Molise “S” (Cantine Catabbo); Tintilia del Molise “Vinea Benedectina” 2015 (L’Arco Antico). Quest’ultima ha ricevuto anche il prestigioso “Tastevin AIS”, un premio che l’Associazione conferisce per sottolineare le scelte coraggiose di chi vive la terra ogni giorno.

 

Il tema di “Vitae 2019” è la biodiversità in ambito vitivinicolo. Questo perché, spiegano dall’AIS, “l’Italia, più di ogni altro paese al mondo, vanta un patrimonio ampelografico di straordinaria ampiezza, composto da migliaia di vitigni dalle differenti peculiarità. Dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, ogni cultivar riflette le caratteristiche della terra che la nutre: un variopinto primato che affiora tra le pagine di quest’opera corale, attraverso scorci ravvicinati di tralci e grappoli d’uva, rappresentati da vivaci tratti di colore”.

 

La quinta edizione della Guida Vitae è connotata da una struttura ancora più agile: la disposizione dei testi su due colonne e un impianto arioso rendono più razionale la lettura delle schede. La nuova grafica è molto utile sia per una rapida consultazione tecnica sia per chi desidera approfondire i contenuti.

 

Sono più di 2.000 le cantine recensite in guida, con oltre 15.000 vini, degustati rigorosamente alla cieca. Tra questi, sono 614 quelli che hanno meritato il massimo riconoscimento, le Quattro Viti. A 22 etichette è stato attribuito il prestigioso Tastevin AIS.

 

Sfogliando la guida si ritrovano altri due simboli particolari: la “Freccia di Cupido”, per i vini in grado di suscitare emozioni al primo sorso, e il “Salvadanaio”, che identifica una spiccata qualità, con un occhio attento al prezzo di vendita.

Thank for sharing!

About The Author